Chi siamo


La mia storia

Graziella Conti

Era il 1974 quando, giovane diplomata senza esperienza alcuna, lessi sul quotidiano locale “La Prealpina” l’annuncio che la società “L’immobiliare” di Varese cercava una segretaria. Fui l’ultima candidata a cui venne fissato un appuntamento. Alla fine del colloquio, alla domanda del direttore: ”Perché dovrei assumere proprio lei per questo lavoro?” Risposi che forse quello sarebbe stato il mio giorno fortunato!

E fu così che iniziai la mia carriera, prima come segretaria alle vendite, poi di acquisizione e infine come Agente immobiliare dopo aver sostenuto l’esame per l’ammissione al ruolo nel 1978.

Quando nel 1979 mio marito Adalberto fu trasferito a Roma lo seguii, con nostro figlio Roberto di sette anni, per un intero anno.

Dopo la nascita del mio secondogenito Alessandro, ripresi il lavoro a Varese questa volta nel settore della ricerca statistica presso istituti come DOXA, EURISKO, ABACUS, CIRM. E’ stata una lunga esperienza preziosa per il mio futuro.

Ad un certo punto, desiderosa di rientrare nel settore immobiliare, colsi al volo l’opportunità che mi si presentò incontrando l’allora direttrice della filiale di una società immobiliare caposaldo, che cercava un’impiegata. Rimasi lì un anno intero, ma non sono fatta per stare tutto il giorno seduta ad una scrivania, volevo uscire, cercare case da vendere, fare contratti, avere l’emozione della trattativa coi clienti, così mi candidai come funzionario presso un’altra nota agenzia immobiliare varesina e fui assunta.

Fu un’altra esperienza proficua, ritrovai il contatto diretto coi clienti, feci un corso di aggiornamento durato sei mesi presso le Ville Ponti organizzato dalla FIMAA, federazione alla quale sono tuttora legata e grazie alla quale continua la mia formazione professionale che richiede continui aggiornamenti indispensabili per svolgere la difficile professione di Agente Immobiliare.

Desiderosa di rimettermi in gioco ho preso il volo con il mio studio presso la mia abitazione. Pur lavorando per conto mio collaboro con molti colleghi, di cui conosco la professionalità, ho contatti anche con Agenti Immobiliari di Milano con i quali ho modo di fare analisi e confronti.

CasaCheConti è il nome che ho scelto con l’aiuto di Linda, mia nuora laureata in Relazioni pubbliche. Volevo che ci fosse un richiamo all’importanza della casa, perché la casa è un cosa che conta, che vale molto in tutti i sensi per chi la vive e poi volevo che il logo fosse legato al mio cognome da nubile che porto con orgoglio. Per la parte informatica mi segue mio figlio Alessandro, tecnico informatico.

Spesso i Clienti vendono per cambiare in meglio, acquistando una dimora più grande, che soddisfi maggiormente le loro esigenze, ma spesso si tratta di vendere la casa di famiglia dalla quale ognuno di noi non vorrebbe mai separarsi. Ci sono passata anche io e ne so qualcosa!

Nel mio lavoro faccio di tutto per trovare la casa “giusta” per “quel” Cliente, cerco di capire esattamente quali siano le sue esigenze e la soddisfazione più grande che ho è riuscire in questo intento mettendo d’accordo la Parte Venditrice con la Parte Acquirente.

Quello che faccio è trattare sempre con rispetto tutti, dando il meglio di me stessa, ma soprattutto lavorando onestamente.

Se siete arrivati a leggere fino in fondo Vi ringrazio per l’attenzione e, chissa! Forse un giorno potrò essere utile anche a Voi.

Graziella Conti

* I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Ulteriori informazioni Ho capito